crostata di ricottaMi piacerebbe scrivere che questa ricetta è stata tramandata di generazioni in generazioni magari dalla mia bisnonna,  ma non lo è! E’ una ricetta semplicissima e “giovane”. La mia prima crostata di ricotta risale ad una decina di anni fa quando, dopo un giorno passato tra i fornelli con mia madre, a preparare il pranzo di Natale,  non avevo voglia di prendere il suo quaderno delle ricette per realizzare il dolce di ricotta. Troppo stanca, troppo sazia di pentole e tegami. Quindi per finire prima possibile e andare a prepararmi per uscire con gli amici ho cercato di velocizzare tutto improvvisando la crostata andando a gusto personale.

Per la pasta frolla: 300 gr di farina 00 – 150 gr di zucchero – 150 gr di burro – 1 uovo e 1 tuorlo – buccia grattugiata di un limone non trattato – 1 bustina di lievito per dolci
Per il ripieno almeno 800 gr di ricotta – 5 cucchiai colmi di zucchero – una manciata di pinoli – cioccolato a pezzetti – cannella, faccio tutto ad occhio , poi assaggio se il mio palato gradisce allora è ok.

Imburrate una tortiere possibilmente quelle in vetro adatte per il forno così controllate la cottura   sotto e potete portarla direttamente a tavola senza bisogno di rischiare di rovinarla stendete la frolla e bucherellatela con una forchetta. Buttate dentro tutta la ricotta livellatela un po’ e tutto in forno a 150° per un oretta

A me piace gustarla con un liquore alla cannella.. chissà forse un giornola tramanderò  a qualcuno e  diventerà la crostata della nonna..