truffa anzianiRacconto la storia di un’anziana donna derubata qualche giorno fa presso la sua abitazione. Lo faccio per mettere in allerta tutti coloro hanno dei cari che vivono da soli e non. Il mondo sta andando a rotoli e ormai non bisogna fidarsi di nessuno ma proprio di nessuno, nemmeno di chi si dimostra gentile e premuroso. La cosa che fa più male è che i malfattori di oggi sono principalmente donne che si presentano come benefattrici. Si le donne che nell’immaginario collettivo sono emblema di sensibilità, invece alcune di loro sono senza scrupoli. Alcuni giorni fa hanno bussato alla porta di unl’anziana signora,  due donne spacciandosi  una per  dottoressa e l’altra come assistente sociale incaricate dal comune, cosi  dicono le due “signore”, motivando così la presenza in quella casa, a loro detta, è il programma di assistenza agli anziani che il comune ha messo in atto. Naturalmente tutto falso! Le due sono talmente amorevoli che la fanno rassicurare dell’autenticità della loro visita. Le fanno tanti complimenti per la casa ed iniziano “il loro lavoro” . Mentre la più giovane “visita” l’anziana signora, l’altra furtivamente le “ripulisce “ la casa dagli oggetti d’oro frutto di una vita di ricordi, e della misera pensione che lo stato ha elargito all’anziana donna lasciandola nuda e senza i suoi averi. La poveretta poiché “costretta” a spogliarsi completamente per essere “visitata” diciamo pure che è stata derubata anche della propria dignità.
Unico conforto il lavoro estenuante dei vigili urbani e dei carabinieri del luogo che si sono intestarditi a verificare l’identità delle due truffatrici cosa accaduta nel giro di due giorni e programmare come incastrare “le due benefattrici” assicurandole alla giustizia.

Con questo mio racconto invito sia glia anziani che i loro familiari a non aprire facilmente la porta di casa a quanti si presentano come inviati dai comuni, dalle asl, da enti come Enel o Telecom per promozioni varie in quanto questi enti non inviano personale presso le abitazioni dei cittadini pertanto  OCCHIO ALLE TRUFFE